Orari: lunedí - venerdí 8:00 - 19:30 | sabato 8:00-13:00
06 660 00 893 / 06 6622 416

L’epicondilite

L’epicondilite

Cos’è l’epicondilite?

L’epicondilite, conosciuta come “gomito del tennista”, è un’infiammazione dei tendini estensori del polso e delle dita della mano causata da microtraumatismi come conseguenza di movimenti ripetitivi sportivi o lavorativi. Si verifica quindi in tutti i casi in cui muscoli e tendini dell’avambraccio vengono sollecitati a causa di un’attività ripetitiva e/o faticosa (tennisti o persone dedite ad attività come giardinaggio o decorazione).

I sintomi tipici sono:

  • Dolore che origina dall’epicondilo (parte esterna del gomito) e si irradia fino all’avambraccio e al polso
  • Debolezza dell’avambraccio
  • Dolore che aumenta nei movimenti di torsione della mano o nell’estensione del braccio
  • Deficit di forza (difficoltà a prendere un oggetto più o meno pesante).

Le terapie conservative sono quasi sempre efficaci e si ricorre all’intervento chirurgico solo in rari casi.

E’ opportuno, pertanto, eseguire una visita medica specialistica (fisiatrica/ortopedica) per la prescrizione di eventuale terapia farmacologica con antinfiammatori e fisiokinesiterapia (esercizi di stretching/tecar/onde d’urto/laser).

Un episodio di epicondilite dura solitamente dai 6 mesi ai 2 anni, ma nella maggior parte dei casi si assiste ad un completo recupero entro 1 anno.